New York per grandi e piccini.

Io, Nadia e i miei due bimbi: 6 e 8 anni.

Innanzitutto prima di partire avevo subito parecchie simpatiche pressioni di questo tipo: "a New York con i bambini? A dicembre? Con il freddo che fa? Ma non sai che sono previsti meno venti, meno trenta meno quaranta gradi??? Ma non sai che troverai uno, due, tre, 100 metri di neve?"

La partenza quindi è stata sottotono, ero quasi scoraggiato! E invece? Invece sole, sole e ancora sole, freddo sì, ma se fa freddo ti copri, ti metti una sciarpa, un berrettone di lana, un paio di guanti e non hai più paura di niente.

Le giornate soleggiate sono state il preludio di un viaggio, bello, intenso e pieno di sorprese positive. La prima sensazione che hai è che nella Grande Mela ti senti a tuo agio, me l’aveva detto il mio amico Marco che ci va spesso. Ed è proprio così, sei in una megalopoli, ma ti senti sicuro e tranquillo. La città è facile da girare, la metro ti porta ovunque, ma anche camminando le distanze non sono quasi mai proibitive.

E con i bambini? Come la mettiamo? Quando ad un bambino dai da mangiare tutti i giorni o quasi pizza, hamburger, wurstel e patatine il viaggio è già quasi riuscito. Poi il tempo lo passi così: oggi si va a pattinare al Central Park, domani si fa un salto al Museum Of Natural History a vedere i dinosauri, una sera a Broadway a godersi lo spettacolo del Musical “Il Re Leone” e poi se la tua famiglia ha una certa propensione allo sport e al basket in particolare (e noi ci cadiamo dentro perfettamente) c’è il Madison Square Garden e una partita di NBA non te la toglie nessuno. 

E così è stato!

Accontentati i più piccoli poi c’è un sacco di spazio per i più grandi: il Moma, e i tanti prestigiosi musei, la Statua della Libertà ed Ellis Island con il bellissimo museo dell’immigrazione, la splendida Central Station, il commovente Ground Zero, la Fifth Avenue con i suoi negozi e le sue boutique, le luci di Times Square, ristoranti di tutti i tipi e di tutti i generi, il bellissimo Chelsea Market, la passeggiata sulla highlane e gli intriganti quartieri di Soho, Tribeca e Greenwich con i localini e i negozi di tendenza!!!

Da buon viaggiatore-sognatore tutte le volte che vado in un posto prima penso di trasferirmi là, poi di ritornarci, ma quasi subito ci rifletto e dico no, ho un sacco di altri luoghi da vedere. Per New York non è stato così, appena rientrato a casa avevo già voglia di tornarci e lo farò, magari in un’altra stagione, magari con i bambini più grandi in modo da vedere cose nuove e con occhi nuovi. Ma la cosa sicura è che non passerà molto tempo prima che rimetta piede in questa splendida città.

Amazingbigapple!!!!

Tiziano

 

Scopri il mondo con i nostri tour

Armenia da vivere e scoprire

Armenia da vivere e scoprire

Tour 8 Giorni
Quote e dettagli su richiesta

Scopri il Viaggio

Armenia: lungo la via della seta

Armenia: lungo la via della seta

Tour 9 Giorni
Quote e dettagli su richiesta

Scopri il Viaggio

Colombia etnica e autentica

Colombia etnica e autentica

Tour 13 Giorni
Quote e dettagli su richiesta.

Scopri il Viaggio

Colombia: il patrimonio e i borghi

Colombia: il patrimonio e i borghi

Tour 14 Giorni
Quote e dettagli su richiesta.

Scopri il Viaggio

Colombia: realismo magico

Colombia: realismo magico

Tour 11 Giorni
Quote e dettagli su richiesta.

Scopri il Viaggio

Georgia: tra i siti Patrimonio Unesco

Georgia: tra i siti Patrimonio Unesco

Tour 8 Giorni
Quote e dettagli su richiesta

Scopri il Viaggio

Messico: in Bassa California con il fotografo

Messico: in Bassa California con il fotografo

Tour 10 Giorni con Fotografo
Quote a partire da 
2.235 Euro

Scopri il Viaggio