Come ogni anno i nostri auguri preferiamo farveli con un racconto di viaggio, magari per farvi sognare un po'.

Un altro viaggio, un'altra bandierina da mettere sul mappamondo, nuove esperienze, nuovi modi e nuove usanze da conoscere. Questa volta sono stato ai Caraibi, ma non i “soliti” Caraibi. Ho visitato tre isole, due delle quali molto poco conosciute, per lo meno in Italia.

Barbados

La prima tappa è stata Barbados, l’isola sicuramente più turistica e famosa delle tre. Barbados ha spiagge bianche e candide e una vita notturna vivace. Negli anni della colonizzazione era stata snobbata da molti popoli per via del suo interno piatto e arido e per la mancanza di materie prime, ma alla fine si è rifatta alla grande, diventando probabilmente la Regina delle Antille, con tantissimi turisti che vengono a passare qui le vacanze.

Grenada

Da Barbados, con un volo interno di 45 minuti circa, volo a Grenada. Grenada è esattamente l’opposto di Barbados, molto poco mondana, montagnosa e di origine vulcanica. Al contrario di quanto mi aspettavo, pur essendo di origine vulcanica, le sue spiagge sono quasi tutte di colore molto chiaro. Dalla popolare Grand Anse, alla bellissima Morne Rouge per finire, udite udite, in quella che probabilmente è la più bella spiaggia che abbia mai visto, ovvero Portici Beach (e ve lo dice uno che ne ha viste tantissime). Provo a spiegarvela: dopo un’ora circa di stradine tortuose e molto strette, arriviamo con la nostra piccola auto a noleggio al resort che avevamo in programma di visitare, La Luna Resort (http://www.laluna.com/), un piccolo e graziosissimo albergo proprio sul mare. Parcheggiamo, ci aprono, facciamo due passi e davanti a noi si apre un vero angolo di Paradiso. Una piccola spiaggia bianchissima, delimitata da due promontori, qualche palma, e un mare da brividi! Ma quello che colpisce è il silenzio e la tranquillità di questo posto. Tutto sembra fermo e incantato, la bellezza di questo luogo è talmente grande  che sembra a tratti irreale, un dipinto perfetto, messo lì per far sognare le poche persone che hanno la fortuna di riuscire a raggiungere questa baia incantata. Difficile spiegarlo a parole, ci si deve andare per capire.

A Grenada poi ho la fortuna di soggiornare il uno dei resort più eleganti e distinti dove sia mai stato, il Calabash Resort (http://www.calabashhotel.com/). Tutto è impeccabile, ma sobrio e senza sfarzi eccessivi, la gentilezza del personale è pari alla bellezza del mare e della bella e tranquilla spiaggia dell’albergo. Ma Grenada non è solo mare, l’interno infatti, montagnoso e verdissimo è una rivelazione: la foresta pluviale riserva sorprese nascoste, come le bellissime Annandale Falls. Non me lo faccio ripetere due volte, metto le scarpe da trekking e le raggiungo dopo un ora di sentiero, tra piante e alberi giganteschi.

Santa Lucia

Cinque giorni dopo un voletto di 20 minuti mi porta a Santa Lucia, la mia ultima tappa e l’ultimo gioiello che mi è dato da visitare. Se l’interno di Grenada era inaspettato, quello di Santa Lucia non è da meno. I due picchi dell’isola Petit e Gros Piton, sembrano essere messi lì come vedette, a dissuadere chi volesse venire qui a fare il turista “chiassoso”. Dormo in un altro resort incredibile, che prende il nome dalla spiaggia sulla quale si affaccia, lo Sugar Beach Resort (https://www.viceroyhotelsandresorts.com/en/sugarbeach). Il nome è proprio azzeccato, la sabbia qui è così bianca che sono “obbligatori” gli occhiali da sole per non restare abbagliati. Veramente bellissima. Infine, dopo aver visitato tantissimi altri resort, il mio viaggio ai Caraibi finisce. Me no torno in Italia con un’idea di versa e migliore di questa parte del mondo. Credo che vivere in questi posti caldi e magnifici rassereni gli animi degli abitanti, che con un sorriso e una gentilezza riescono sempre a metterti a tuo agio e trasmettono questa pace a chi viene a casa loro per passare qualche giorno di vacanza.

Ci tornerò per visitare altre isole e riempirmi gli occhi di altra bellezza.

Da tutto lo staff della Campiello Viaggi i nostri migliori auguri di Buon Natale e di buone Feste.

 

Tiziano